Telai per merletti

PNG - 487.7 ko
A lace braiding machine

Ad agosto 2015 SCF ha acquisito una cinquantina di telai per l’intreccio di merletti da Dentelles Dessalces, una società situata nella regione di Puy en Velay, nell’Alta Loira.

Merletto a mano

I primi merletti realizzati a mano risalgono al XV secolo fino al XVIII secolo, periodo nel quale i merletti di Puy conobbero un notevole successo. Il Puy diventa così un luogo importante per la fabbricazione di merletti. Luigi XIII, nel suo regno, regolamenta l’utilizzo del merletto. In seguito il successo del merletto riprende dopo l’esposizione industriale di Parigi nel 1802. Nell’Alta Loira sono attive 120.000 lavoratrici di merletti. La denominazione « Dentelle del Puy » (Merletto del Puy) - nome utilizzato esclusivamente per il merletto realizzato a mano - risale al 1932.

Il merletto meccanico

Nel 1830 Sig. Leaver crea il primo telaio per merletti.
Nell’Alta Loira, Eugène Malhère inventa il telaio circolare per merletti con apparecchiatura a dischi (un telaio che ha ottenuto il riconoscimento di patrimonio nazionale). Questo telaio è una declinazione del telaio per intreccio di Thomas Wadford, l’inventore dei telai in legno.
Dal 1902, nell’Alta Loira arriva la meccanizzazione del merletto. Si tratta di telai provenienti dalla regione e dalla Germania ma anche da fabbricanti locali.

Nel 1953 Sig. Dessalces padre sviluppa un’attività di subappalto per spedizionieri ; in seguito negli anni ’60 avvia la vendita in proprio e negli anni ’70 proporrà anche della biancheria per la casa

Ancora oggi, l’Alta Loira e il Nord-Passo di Calais sono le due maggiori regioni per la produzione di merletti.

Prodotti e clienti

Il merletto stretto va da 8 a 120 mm di larghezza a seconda dello spessore del filo. È utilizzato nella confezione, nellafabbricazione di biancheria per la casa e nella decorazione
Ha anche altri utilizzi come la fabbricazione di bigodini, sacchetti per la lavanda o il sale, infradito, giocattoli, …